Ultras Treviso, sfottò su ragazza suicida: indagati per daspo

La polizia sta indagando sulla vicenda accaduta sabato quando gli ultras di Treviso sono andati in trasferta sul campo del Sedico. Come spiega la Tribuna, sotto accusa cori beceri intonati nel dopopartita contro la ragazza che si è suicidata a seguito della diffusione online di alcuni video hard. I parenti della vittima potrebbero sporgere denuncia ma per le questure di Treviso e Belluno si tratterebbe di violazione del “daspo”, ovvero il divieto ad assistere a manifestazioni sportive: alcuni dei tifosi protagonisti dei cori sarebbero infatti stati colpiti di recente da 4 anni di allontanamento dagli spalti a seguito di scontri con gli ultras della Triestina avvenuti a luglio. La violazione del daspo è pesante, dal punto di vista penale: si rischiano da uno a tre anni di reclusione e la multa da diecimila a quarantamila euro.

Intanto il Treviso Calcio con un post su Facebook smentisce la vicenda.

Ph. Facebook Treviso Calcio

Tags: ,