Pd: «concessioni gratuite in Arena, condotta suicida»

«In un momento in cui Agsm minaccia di ritirare il sostegno finanziario alla Fondazione Arena; che a causa dei ritardi del Comune i lavoratori della lirica devono rinunciare anche al salario integrativo; che la Camera di Commercio tentenna, la gestione dell’anfiteatro Arena da parte della giunta comunale diventa sempre più discutibile, con la deliberazione di numerose concessioni a titolo gratuito per gli eventi extralirica». Queste le parole dei consiglieri comunali del Pd, Michele Bertucco ed Eugenio Bertolotti che spiegano: «era accaduto a giugno con i Wind Music Awards: malgrado il pressing delle opposizioni per far pagare ad un evento totalmente commerciale l’affitto di uno dei più noti e prestigiosi anfiteatri del mondo, la giunta aveva avuto la sfacciataggine di concederlo di nuovo a titolo gratuito nascondendo il proprio assenso tra le decisioni di giunta».

«Oggi apprendiamo che l’Arena è stata concessa gratuitamente anche a Pintus, Aznavour e al Festival Show con la scusa delle riprese televisive nei primi due casi e della gratuità dell’ingresso per il pubblico per il terzo evento. Mentre tv e radio nazionali fanno profitti grazie agli inserzionisti e sfruttando l’immagine dell’Arena, alla città non restano nemmeno le risorse per manutenere il monumento. Una condotta suicida nei confronti della lirica a cui dovrebbero essere incanalati i proventi dell’extralirica. Diventa sempre più urgente aprire e sezionare quella scatola nera che si chiama Arena Extra: chi può trarre interesse dall’impoverimento della città?»