Marketing telefonico, assedio dei call center

L’assedio dei call center è ormai un caso nazionale. Codacons e Adico si stanno battendo per difendere i consumatori delle chiamate insistenti e moleste degli operatori telefonici. Come scrive la Nuova Venezia, il marketing telefonico si è fatto negli anni pi aggressivo e invasivo. Secondo l’Adico di Mestre, l’80% dei veneziani subisce l’assillo delle offerte commerciali telefoniche.

«Noi seguiamo circa 500 pratiche al mese che riguardano gli argomenti più diversi», fanno sapere dall’associazione dei consumatori. «Di queste, il 37% riguardano bollette e di questo pacchetto di casi, il 16 per cento è riconducibile alle telefonate commerciali. In generale fra i 500 casi mensili, l’8% è legato a pratiche commerciali scorrette: contratti stipulati via telefono senza il vero consenso della controparte, ma anche venditori porta a porta».

«In media ogni settimana riceviamo dalle 15 alle 20 segnalazioni e abbiamo già aiutato tanti a recedere da contratti stipulati via telefono a loro insaputa», proseguono dall’Adico. «Abbiamo già ottenuto il pronunciamento di un giudice di pace che ha stabilito in 500 euro il risarcimento per danni esistenziali per un contratto non voluto», dice Franco Conte del Codacons. «Siamo a disposizione – proseuge – di quanti vogliono presentare esposti contro le società e i call center che, con azioni aggressive, meritano sanzioni che è bene comincino a fioccare per arginare pratiche tanto fastidiose. E che riguardano tutti».

Tags: