Pd Veneto commissariato, ipotesi Guerini

Il Partito Democratico veneto deve ancora riassestarsi dopo la tremenda batosta elettorale subita alle scorse elezioni regionali. La segreteria regionale, ricorda infatti il Corriere del Veneto, è ancora vacante e il congresso sarà nella primavera 2017, se non addirittura più avanti. Lo sforzo elettorale per il sostegno al sì al prossimo referendum costituzionale ha ulteriormente rallentato la definizione di un commissario pro tempore, carica che adesso sembra poter essere assunto da Lorenzo Guerini, vice segretario nazionale e braccio destro di Renzi.

Guerini è stato ospite lunedì sera alla Festa dell’Unità di Padova, dove ha dibattuto sul referendum costituzionale assieme (e contro) Pierluigi Bersani. Proprio qui ha iniziato a circolare la voce insistente che voleva Guerini commissario regionale. Sul palco, il vice segretario del partito, ha parlato della situazione generale del Pd Veneto: secondo lui serve un «coordinatore» piuttosto che un «commissario», una persona in grado di «traghettare il partito fino al congresso che sarà celebrato dopo il referendum costituzionale». A domanda ha risposto: «Sarò io? Non lo so, vedremo, i nomi non sono importanti, contano gli obiettivi». Più una mezza ammissione che una smentita.

Tags: ,