Save-Benetton, Cisl Verona: «intervenga Cantone»

L’ingresso della famiglia Benetton in Save, la società che controlla anche i 40% dell’aeroporto Catullo di Caselle (Vr), preoccupa la Cisl veronese. «I soci veronesi avevano stretto dei patti con il socio veneziano e ora si troveranno al tavolo con qualcun altro», osserva Massimo Castellani, segretario generale Cisl Verona, citato dal Corriere del Veneto.

«Save, dopo aver acquistato a prezzi da bancarella, potrebbe cambiar manico», continua Castellani, «noi potremmo essere venduti. Vi sembra normale? Spero che a questo punto intervengano gli organi di controllo per capire se tutto questo, a danno di Verona ed il suo territorio, sia lecito».

«L’unica possibilità per fare chiarezza sull’intera vicenda è che venga presentato un esposto all’Autorità anticorruzione guidata da Raffaele Cantone», prosegue il segretario della Cisl Verona, «perché verifichi l’operazione che ha portato Save dal 2%, acquistato dal Comune di Villafranca, alla possibile maggioranza. E poi si faccio un bando per una gara internazionale».

Tags: ,