BpVi al contrattacco: «proposte commerciali di grande appeal»

Cambio di passo per la Popolare di Vicenza, nella speranza di rilanciare impieghi e raccolta. Stando a quanto riporta il Corriere del Veneto, è imminente il lancio di un nuovo pacchetto di offerte, destinato soprattutto al territorio. «Siamo pronti a presentarci sul mercato con una nuova proposta commerciale di notevole appeal», annuncia Iacopo De Francisco (in foto), vicedirettore generale di BpVi. Appeal che dovrebbe essere garantito da «tassi e condizioni molto vantaggiosi rispetto al mercato, con una dotazione finanziaria di tutto rispetto. Spero che le associazioni di categoria, per prime, sappiano cogliere l’opportunità».

De Francisco sventola numeri: «Negli anni della recessione cominciata nel 2008 questa banca ha aumentato gli impieghi del 28%, mentre il resto del sistema bancario viaggiava allo zero virgola. Ecco, questo per noi significa essere banca del territorio e questo vogliamo continuare a essere». Ma la banca è attiva anche sui risparmiatori fortemente danneggiati dal crack azionario tramite «il sistema dei Confidi» e «la finanziaria regionale Veneto Sviluppo». «Stiamo mettendo a punto», dice sempre De Francisco, «un meccanismo di garanzie straordinarie che consentano di sterilizzare gli effetti negativi sui bilanci aziendali. Ma il pacchetto in gestazione non riguarda soltanto le imprese: è allo studio anche la possibilità che Veneto Sviluppo entri nella partita per sostenere quelle famiglie che, avendo un mutuo aperto, sono andate in difficoltà per ripagarlo».

Il rilancio parte da una riorganizzazione interna, quasi una rivoluzione con oltre 150 filiali chiuse, cui se ne aggiungeranno altre a breve, e un cambiamento di incarico per molti direttori di filiale. «In conclusione, abbiamo tirato una riga», sintetizza De Francisco, «da qui, rispetto al passato, si prepara a ripartire una nuova banca. E i clienti, ce lo dicono i numeri, stanno tornando».