Vicenza diventa brand: sarà un marchio registrato

Dopo i tedeschi, ci hanno provato anche gli scozzesi. Ma Vicenza non si è fatta “prendere”. Il capoluogo berico diventa marchio registrato, si apprende dal Giornale di Vicenza, per proteggere la denominazione territoriale dallo sfruttamento commerciale di qualche forestiero. «I casi che sono accaduti ci hanno fatto capire che era necessario correre ai ripari urgentemente», aveva detto all’avvio delle pratiche il vicesindaco Jacopo Bulgarini d’Elci, in riferimento al bar tedesco e alla società di vestiti in pelle scozzese che volevano registrare il marchio Vicenza.

«Un marchio registrato ottiene una protezione sia in campo civile che penale dalla legislazione nazionale, attribuisce diritti esclusivi che consentono di impedire l’uso non autorizzato da parte di terzi e ha lo scopo di attuare una procedura di tutela preventiva e generale a protezione della città», scrive in una nota il Comune. «Una volta ottenuta risposta positiva, chiunque vorrà sfruttare il nome Vicenza dovrà chiedere il consenso e pagare le royalties al Comune», sintetizza Lia Stella, l’avvocato incaricato della vertenza dal Comune.

Tags: ,