«Privato giova a lirica, defiscalizzare donazioni come in Usa»

Secondo il conduttore de “La Barcaccia”, il programma radiofonico di Radio Tre dedicato ai melomani, Enrico Stinchelli, il privato non è «il male». Anzi. Secondo quanto si legge sul Corriere del Veneto, secondo gli addetti ai lavori «qualsiasi aiuto è benvenuto» per salvare la lirica. Questo sarebbe quanto emerso durante gli International opera award tornati a Verona per la quinta edizione, al Teatro Ristori, per una serata condotta da Stinchelli assieme alla giornalista Stefania Pinna.

«Pavarotti lo diceva anni fa, e si è dimostrato un buon profeta – ha detto Stinchelli – la sua provocazione è stata addirittura quella di chiudere tutti i teatri d’opera per cinque anni e poi darli in mano a degli imprenditori. Il mondo della cultura reagì scandalizzato. Eppure la cattiva gestione c’era allora, ed è continuata e qualche intervento privato forse avrebbe giovato. Credo potrebbe aiutare, ad esempio un’ulteriore defiscalizzazione delle donazioni, come accade in America: sarebbe un incentivo al mecenatismo. L’art bonus da solo non basta».