Migranti, Zaia: «toglierei Nobel pace all’Europa»

«All’Europa toglierei anche il premio Nobel per la pace che gli hanno dato, perché un’Europa che gestisce così la politica migratoria girandosi dall’altra parte non merita il Premio Nobel per la pace». Così il Presidente del Veneto Luca Zaia a MIX24 di Giovanni Minoli su Radio 24.
Riguardo al fatto che il premier Matteo Renzi sul tema immigrazione dica «andiamo da soli», Zaia ha risposto: «se intende andiamo da soli rispetto alla partita dell’immigrazione, noi abbiamo dimostrato col nostro governo nel 2011 di avere avuto 63 mila ingressi con la primavera araba e non era stata una partita da poco, e avere rimpatriato 13 mila persone. Noi – ha detto poi Zaia – lo stiamo dicendo da anni che bisogna andare da soli, che bisogna gestire questa partita. Il problema è che Renzi ha sempre venduto suggestione rispetto al tema della gestione degli immigrati e oggi siamo al totale caos». Sul fatto infine che il governo che ha scelto di coordinare a Palazzo Chigi tutte le politiche dell’immigrazione, rispondendo a una domanda di Giovanni Minoli, Zaia ha detto: «che il ministro Alfano sia commissariato da questa decisione penso che l’abbiano capito tutti, ma la cosa più grave è che Renzi avocando a sé tutte queste competenze dimostra che fino a oggi abbiamo sbagliato, anzi hanno sbagliato tutto».