«Gioco al Gratta e Vinci ma non vinco mai». Verrà risarcito

Gioca al Gratta e Vinci e perde sempre, ora lo Stato dovrà risarcire un 29enne che ha fatto causa ai Monopoli. Il giovane, per un anno, ha comprato e “grattato” ben 255 tagliandi delle lotterie istantanee senza mai avere la gioia di incassare la bella vincita sperata. Perciò si è rivolto al giudice che gli ha dato ragione. La lamentela del giocatore è l’assenza, sui biglietti, della dicitura che avverte i consumatori sui rischi della dipendenza da gioco e alle probabilità di vincita. Basando la sua decisione sulla scorta delle norme previste dal decreto Balduzzi che disciplina il gioco, il giudice ha condannando l’Aams e le lotterie nazionali a rifondere allo sfortunato giocatore il costo dei biglietti giocati.