Nuovo ospedale Padova, il commissario: «possibile referendum»

 

«Il mio credo è conoscere per governare. Perché, soltanto conoscendo i problemi, si possono affrontare e tentare di risolvere. Per questo, i prossimi saranno per me giorni di grande studio. Ma posso già dire che la mia intenzione è quella di non tenere bloccato nulla. I cittadini stiano tranquilli, non saranno mesi di paralisi». Così, sul Corriere del Veneto, il prefetto Michele Penta, neo commissario straordinario nominato dopo la caduta dell’amministrazione di Massimo Bitonci, ha rassicurato la cittadinanza sull’iter per la realizzazione del nuovo ospedale a Padova Est. Opera per cui manca solo da firmare l’accordo di programma e che sarà al centro di una seduta straordinaria del Consiglio regionale lunedì 28 novembre.

A tal proposito il commissario Penta, noto per aver già promosso in passato un referendum cittadino in merito a un progetto urbanistico nel Comune di Bolzano, ha fatto sapere che l’ipotesi è ora in pista anche per l’ospedale di Padova: «I referendum – ha dichiarato – sono strumenti che si adoperano per assecondare la volontà popolare su tematiche particolarmente complesse. Non escludo, se ce ne sarà bisogno, di poterlo utilizzare anche qui a Padova».

Tags: ,