Quadri Castelvecchio, indagato Poroshenko

La Procura a Verona ha aperto un fascicolo d’indagine nei confronti del premier ucraino, Petro Oleksijovyc Poroshenko, per appropriazione indebita dei quadri rubati al museo di Castelvecchio il 19 novembre 2015. Come scrive l’Arena, l’iscrizione al registro degli indagati di Poroshenko è un atto dovuto scattato dopo la denuncia presentata dall’avvocato Guariente Guarienti. Il capo di stato ucraino è accusato di trattenere in patria le tele sin dal giorno del loro ritrovamento tra esposizioni, consegne di onorificenze e continue promesse di restituzione poi cadute nel vuoto. Intanto è attesa per il 5 dicembre la sentenza a carico dei sei imputati residenti ancora in Italia accusati a vario titolo del colpo.