Rosso (di stizza) banna chi lo critica

L’imprenditore della Diesel è molto moderno e tollerante. Tranne con chi non capisce la sua «positività»

«Gratti il Pepito e viene fuori il Peppone», sentenzia Don Camillo in una celebre scena guareschiana. Critichi il grande e moderno industriale, signore della post modernità, giovanile e sciolto, alla mano e dialogante con tutti, e inaspettatamente salta fuori il padrone delle ferriere.

Questo giornale online l’altro ieri, con un corsivo di Sergio Noto, ha garbatamente fatto notare che Renzo Rosso, se si butta nell’agone politico a difendere le ragioni del Sì, rischia di svilire la sua immagine di imprenditore nouvelle vague dal tocco infallibile.

Per tutta risposta – lui che sui social saltella tra Bono, i Pooh, Berlusconi, Renzi, Justin Bieber e le più succulente fotomodelle del pianeta – se ne è avuto a male, permaloso come un Bitonci. E nel colmo dell’ira, ha pensato bene di bannare Vvox dal suo account Twitter (qui sotto lo screenshot della replica). Confermandoci che l’abito non fa il monaco. E il jeans, evidentemente, non basta per fare l’imprenditore moderno.

15228104_995084063936669_193230170_n

Tags: