Un concerto e una prolusione storica, la BpVi festeggia 150 anni

La banca vicentina sta organizzando un evento pubblico per l’anniversario. Per ridare (e ridarsi) fiducia

La Banca Popolare di Vicenza ci prova, a rilanciare la propria immagine gravemente ammaccata dal crack finanziario e dallo scandalo giudiziario che l’hanno travolta. Per festeggiare i 150 anni di esistenza, l’istituto di via Battaglione Framarin ha in programma un evento aperto al pubblico per il prossimo 12 dicembre. Nel complesso di Santa Corona (in foto) nel centro storico del capoluogo berico, la serata vedrà prima una prolusione storica sul passato (ma anche sul presente) affidata ad un esperto, poi un concerto con l’orchestra della Fenice di Venezia.

L’idea che sarebbe alla base dell’appuntamento è di mostrare come la banca, avendo superato vicende tragiche quali la povertà del Veneto contadino, due guerre mondiali e recessioni varie, possa farcela anche questa volta. Riemergendo da una crisi di fiducia dovuta alla gestione degli ultimi anni, che ha bruciato circa 11 miliardi di valore polverizzando i risparmi di 117 mila soci.