Parco Colli Euganei, albergatori: «no a ridimensionamento»

«Le ipotesi di forte ridimensionamento dell’area del Parco Colli Euganei, avanzate da alcuni esponenti regionali, risultano inaccettabili per noi albergatori delle Terme Euganee. Violare ancora una volta, e in maniera definitiva, quello che è l’ultimo baluardo di un territorio che da sempre si connota per il suo scenario verde, significa snaturare definitivamente il territorio e l’economia ad esso annessa». Così Emanuele Boaretto (nella foto, dall’archivio), presidente di Federalberghi Terme Abano Montegrotto, commentando il progetto in discussione in Regione Veneto.

«Affezionato ad esso – prosegue – è il cliente nordeuropeo, storicamente appassionato delle proposte di vacanza green, nuovo scopritore è il connazionale turista, che trova in Veneto quel paesaggio che regioni come la Toscana hanno saputo valorizzare al punto da renderlo brand riconosciuto a livello mondiale. Oggi molte imprese del territorio si inseriscono in una logica di economia sostenibile e qualità della produzione sempre più attenta a valori internazionalmente riconosciuti».