Chi è Sharma, l’indiano su cui è scivolata la Moretti

Il giovane imprenditore, noto nell’ambiente orafo vicentino, non ha voluto rilasciare dichiarazioni

Sarà resa dei conti nel gruppo Pd in consiglio regionale del Veneto dopo l’ennesima, clamorosa gaffe nazionale rimediata dalla capogruppo Alessandra Moretti? Un fatto incontrovertibile resta agli atti: lei non c’era, lasciando i suoi nel mezzo della battaglia consiliare più delicata per il futuro della Regione:  bilancio, cave, ambiente, stretta gerarchica sull’Arpav. I rapporti fra i colleghi della pattuglia Dem, ora, sono al minimo storico.

Nessuno, invece, si è chiesto chi è Jorge Sharma, l’imprenditore che ha invitato in India la Moretti e l’assessore alla sicurezza del Comune di Vicenza, Dario Rotondi. 25enne, molto conosciuto nell’ambiente orafo vicentino, la sua impresa ha un posto di rilievo nel panorama locale delle industrie dell’oro. Ma non solo. I business che fanno riferimento all’indiano, come si legge sul portale illustrato, vanno dall’immobiliare ai tappeti dal tessile ai preziosi. Per finire all’alberghiero e ai viaggi: i due settori oggetto della polemica di questi giorni. Sul sito, come di solito accade per i gruppi italiani, non compare alcun codice fiscale. Motivo per cui per avere qualche informazione aggiuntiva sulla holding è stato necessario interrogare gli archivi della Camera di commercio.

Da cui risulta che Sharma è nato a a Jaipur in India il 13 dicembre 1991 ed è residente ad Arcugnano nel Vicentino. Risulta amministratore unico di Lila Real estate, Sharma Group World Wide e Savoia, tre srl localizzate in via dell’Industria 57 a Vicenza. Di quest’ultima il giovane top manager possiede il 20%.

Ad ogni buon conto il nome Sharma (o meglio Casa dello Smeraldo – Gruppo Sharma srl) compare in un altro documento. Si tratta di una dichiarazione di fallimento del tribunale fallimentare di Vicenza depositata il 26 settembre 2016 al numero di registro 159/2016 REG. SENT: rispetto al quale la società denominata appunto «Casa dello Smeraldo – Gruppo Sharma srl» risulta sempre in via dell’Industria al civico 57, come accade per le srl menzionate sopra. I soci di quest’ultima srl sono Shiv Bihari Sharma, Giraj Prasad Sharma; Narendra Kumar Sharma e Jaikul Sharma.

E c’è di più. Sempre a quell’indirizzo, quest’estate veniva condotto «un blitz congiunto da parte della Direzione provinciale del lavoro di Vicenza e della Polizia… presso la Casa dello Smeraldo, appartenente al Gruppo Sharma… Obiettivo dei controlli quello di vagliare la posizione dei dipendenti della società ed eventuali posizioni irregolari… I risultati degli accertamenti saranno resi noti nei prossimi giorni, ma una multa piuttosto salata è già scattata nei confronti dei titolari». Così almeno narrava Luca Pozza su Il Gazzettino del 9 agosto 2016. Contattata la società per poter parlare con il signor Sharma e fargli tutte le necessarie domande così da avere il suo punto di vista, la risposta è stata, con un italiano un po’ zoppicante, la seguente: «siamo con la presente a comunicarLe che quanto è coperto dalla normativa sulla privacy, a Lei ben sicuramente conosciuta».

Domanda per la Moretti: ma posto che nel privato ognuno fa quel che gli pare, per un personaggio pubblico impegnato a capeggiare il gruppo consiliare di un partito in una Regione, era proprio indispensabile accettare l’invito per quattro giorni di festa matrimoniale mentre in aula si discuteva di questioni di una certa importanza, e per giunta postare sui social una foto sottovalutando le reazioni dei colleghi consiglieri, anzitutto del proprio partito?