Profughi, Tosi: «pronto a ospitare il Cie»

Arriva dal sindaco di Verona Flavio Tosi un’apertura sulla possibilità di individuare alcune strutture nel territorio veronese da utilizzare come Centri di identificazione ed espulsione (Cie). Secondo quanto si legge a pagina 2 del Corriere del Veneto di oggi, Tosi chiede però delle garanzie: chi entra in un Cie deve uscirci solo per essere imbarcato in un aereo destinato al proprio paese di origine.

«Penso si possano trovare delle caserme vicine all’aeroporto o comunque alla viabilità principale», ha detto Tosi, aggiungendo che «nella stragrande maggioranza dei casi nei Cie non ci finiscono clandestini “normali”, ma delinquenti». Dunque «meglio averli nei Cie che per la strada». Di parere opposto il presidente della Regione Luca Zaia: «non se ne parla, alle condizioni attuali il mio “no” è totale, granitico».

«Zaia come suo solito è eticamente scorretto – ribatte il sindaco di Verona – perché cambia posizione in base al colore del governo. Quella di Minniti è una politica assolutamente in linea con quella che fu di Roberto Maroni, il miglior ministro dell’Interno della storia recente in Italia, fatta di accordi bilaterali con i Paesi di partenza dei migranti e centri per l’espulsione».

Tags: , , ,

Leggi anche questo