Treviso, assolto perchè il freddo manda in tilt l’alcoltest

L’imputato, fermato dai carabinieri il primo gennaio per un controllo, è stato pienamente assolto perchè «il fatto non sussiste». Succede a Villorba, in provincia di Treviso. Come riportato dalla Tribuna, nel verbale viene raccontato cos’è accaduto quella sera: l’uomo aveva «occhi lucidi e alito vinoso» e vengono effettuate due prove con l’alcoltest, la prima segna un tasso alcolemico pari a 1,38 g/l mentre la seconda di 1,25 g/l.

A salvare l’uomo da una condanna quasi certa il freddo pungente che quella sera aveva fatto abbassare la temperatura a -4 gradi con un tasso di umidità del 100%. La casa produttrice dello stesso etilometro, infatti, fa sapere che gli esiti sono affidabili solo se lo strumento viene utilizzato a temperature tra 0 e 40 gradi e in condizioni di umidità tra 30 e 90 per cento. Non avendo, quindi, elementi sufficienti l’imputato è stato assolto.