Prof assente da 6 mesi: rientra per un giorno, supplente perde il posto

L’assurda storia succede a Padova, all’Istituto tecnico industriale “F.Severi”. Il docente di Diritto, in congedo dal 12 settembre 2016, è rientrato il 23 dicembre per annunciare un nuovo congedo e quell’unico giorno di lavoro costa il posto alla supplente. Ora la cattedra è nuovamente vacante e la preside Nadia Vidale ha scritto una lettera al professore assenteista, pubblicata dal Corriere della Sera.

«Gli studenti e i loro genitori vorrebbero ora dare almeno un senso al danno ingiusto che hanno subito: nessun insegnante per settimane, poi finalmente un docente bravo, poi finalmente il titolare, poi di nuovo chissà… Ma purtroppo, professore, io non trovo parole per spiegare: vuole dirlo lei, per favore? Cosa ci è venuto a fare, nella nostra scuola, il 23 dicembre?». Il professore ha motivato così la sua assenza: «un motivo familiare».

«Dal 12 settembre 2016 (primo giorno di scuola), infatti, lei era assente e noi ci siamo impegnati, con mille difficoltà, per trovarle un sostituto – prosegue la preside nella missiva -. E, finalmente, il 23 dicembre, il giorno prima delle vacanze di Natale, lei si è presentato alle classi. Professore, io mi impegno a trasmettere le sue parole ai ragazzi e ai loro genitori che, insieme a me, si chiedono: cosa è venuto a fare? Poche ore dopo l’ingresso nella scuola, presentava all’ufficio personale una nuova richiesta di congedo, stavolta dal 9 gennaio 2017».

Per regolamento la supplente licenziata non potrà riottenere il posto ma «noi non ci siamo persi d’animo: la tenacia è una delle virtù della scuola italiana, bellissima e disgraziata. Abbiamo ricominciato, durante le vacanze di Natale, a cercare un nuovo supplente».

 

Tags: ,

Leggi anche questo