Adesca ragazzini minorenni, 30enne nei guai

Un 30enne di origine pugliese ma residente in passato nell’hinterland di Treviso, è stato rinviato a giudizio con l’accusa di induzione alla prostituzione minorile. Come scrive Milvana Citter sul Corriere del Veneto edizione Treviso a pagina 9, il giovane avrebbe adescato due ragazzini di 15 e 17 anni arrivando anche a pagare 50 euro per dei rapporti orali. I fatti risalgono al giugno del 2013 quando il 30enne era vicino di casa dei due minorenni. Minorenni che, secondo le loro denunce, non conosceva se non in maniera superficiale. Le avances sarebbero arrivate all’improvviso in incontri separati al bar e sul pianerottolo di casa. L’accusato, tramite il suo avvocato, ha respinto tutte le accuse ritenendole diffamatorie.

(ph: fancityacireale.it)

Tags: ,