«Case popolari a profughi? Prima i veronesi»

Gli alloggi popolari? Vanno dati «ai tanti veronesi che ne hanno bisogno e li richiedono, e non a profughi». Questa, scrive l’Arena a pagina 17, è la posizione dell’ex assessore leghista e ora commissario dell’Ater, Enrico Corsi, sulla decisione del Comune di riservare 5 appartamenti all’ospitalità di 42 migranti. 

«Alla commissione di valutazione formata da Agec e Ater sono giunte 623 domande di case popolari – rileva il commissario dell’Ater – e tutte sono state ritenute idonee. Sono stati assegnati, però, soltanto 41 alloggi, quindi soltanto il 6,6 per cento rispetto alla richiesta. Mi chiedo allora come l’Amministrazione comunale assegni cinque dei suoi alloggi, con i soldi dei cittadini veronesi, a profughi, e non li metta invece a disposizione dei veronesi. Non saranno tanti, cinque, ma aggiunti ai 41 darebbero ulteriori risposte».

(ph: primoweb.it)

Tags: ,