Venezia, sciopero fame ambulanti: «Brugnaro ci ascolti»

Goia, l’organizzazione di ambulanti di Venezia che riunisce circa 250 detentori di licenze, non molla e prosegue lo sciopero della fame chiedendo che il sindaco Luigi Brugnaro li incontri per discutere del posizionamento dei “pianini” nei luoghi cruciali per il commercio in città. In particolare gli ambulanti vorrebbero discutere della locazione dei banchetti a San Marco, Riva degli Schiavoni, San Simeon Piccolo e San Geremia in modo che essi siano visibili ai passanti.

«Il Governo, con il decreto Milleproroghe, ha prorogato di due anni le concessioni, ma il Comune va avanti senza niente fosse con l’approvazione dei “pianini” senza ascoltarci – lamenta il presidente di Goia Fabiano Russo sulla Nuova Venezia -. Quando avevamo incontrato il sindaco in precedenza, ci era stato detto che le nostre richieste erano di buon senso, ma ora nelle delibere che il Comune sta presentando, non se ne tiene il minimo conto (…) ora vogliamo incontrarlo di persona, perché ci sentiamo presi in giro. Fino a che ciò non avverrà continueremo a protestare».

Tags: ,