Popolari, riforma congelata dal Consiglio di Stato

Il Consiglio di Stato congela il processo di trasformazione in Spa delle banche popolari. Secondo quanto scrive Laura Serafini su Il Sole 24 Ore di oggi, è di ieri mattina l’ordinanza dopo che i giudici di palazzo Spada avevano già disposto la sospensione dell’obbligo di trasformazione a metà dicembre. A far scaturire il tutto, la richiesta di una misura cautelare nella quale si contestava il ricorso alla decretazione d’urgenza per la riforma del sistema delle popolari.

Che i giudici avevano accolto, rinviando al 12 gennaio scorso il giudizio di merito. Sempre in dicembre, il Consiglio di Stato ha interpellato la Consulta sollevando l’ipotesi di incostituzionalità del ricorso alla decretazione d’urgenza, oltre che della parte della riforma che riguarda la gestione del diritto di recesso.

La Consulta, nel frattempo, si è già pronunciata sui profili di incostituzionalità della riforma, respingendo il ricorso della Regione Lombardia anche nella parte riguardante il ricorso alla decretazione d’urgenza. Dal Consiglio di Stato, dunque, ci si aspettava il ritiro della sospensiva sui termini di trasformazione in Spa. I giudici, invece, hanno scelto di mantenere la sospensiva fino al pronunciamento della Consulta.

(Ph. da romaspqr.it)

Tags: