Padova, Telefono Amico: boom di chiamate

Sono oltre 10 al giorno le chiamate che giungono alla sede padovana del Telefono Amico, l’organizzazione di volontariato che dal 1969 presta aiuto alle persone che stanno attraversando una crisi esistenziale. Come scrive Alice Ferretti sul Mattino a pagina 14, nel 2016 i 50 volontari del centralino (il più grande in Italia) ha contato 3.882 telefonate dalle 13 alle 15 al giorno, per una durata media di 20 minuti ciascuna. A chiamare più spesso sono gli uomini (2.432) seguiti dalle donne (1.450), dai pensionati (1.259) ma il campione comprende anche studenti, precari, casalinghe, lavoratori dipendenti e disoccupati.

L’età dei bisognosi va dai 36 ai 65 anni, per la maggior parte persone che vivono sole (1.882). «Il nostro grande punto di forza, è l’ascolto – spiega il presidente Antonio Iovieno -. Noi non diamo consigli, non facciamo terapia psicologica, non diciamo cosa è giusto fare e cosa no, ma semplicemente ascoltiamo, rimaniamo un passo indietro, cerchiamo di comprendere il problema e aiutiamo la persona a sfogarsi». Il servizio è coperto dall’assoluto anonimato: «non chiediamo dati né vediamo comparire il numero da cui le persone chiamano. Si tratta di un servizio anonimo, indipendente da qualsiasi ideologia politica e religiosa, nel rispetto delle idee e del disagio di chi chiama». Il numero del Telefono Amico è 199 284 284. C’è anche un sito web (www.telefonoamico.it) e un servizio di chat su Skype.

Tags: ,