Aviaria, il ritorno (in un uccello selvatico)

È stato scoperto in Friuli Venezia Giulia un secondo caso di contagio di influenza aviaria. Come riporta l’Arena a pagina 8, il virus ad alta patogenicità H5N5 è stato isolato in un uccello selvatico, una canapiglia (Anas Strepera) che è stata rinvenuta morta dal Corpo forestale del Friuli nel comune di Grado, in provincia di Gorizia, il 4 gennaio 2017. Il ritrovamento fa seguito a quello del 28 dicembre scorso quando fu scoperto dalla polizia un fischione (Anas Penelope) morto nella laguna di Grado.

Per rispondere al rischio contagio, la direzione generale della Sanità animale del Ministero della Salute ha subito predisposto varie misure di prevenzione: sono state rinforzate le misure di controllo e vigilanza permanenti imponendo anche limiti alle movimentazioni e all’utilizzo di richiami vivi durante la caccia. Le autorità ecludono per ora pericoli di contagio per quanto riguarda gli animali d’allevamento.

(ph: juzaphoto.com)

Tags: