Coltello alla gola della figlia 12enne: «se usi Facebook ti uccido»

Le parole pronunciate dal padre di una famiglia che vive in provincia di Belluno. Il 43enne, finito alla sbarra con l’accusa di minacce gravi, avrebbe puntato un coltello alla gola della figlia 12enne per farla smettere di usare Facebook. La lite tra i due, come spiega il Corriere del Veneto, sarebbe scaturita dal fatto che il padre avrebbe preso il cellulare della minorenne per impedirle di usarlo. Poi sarebbe degenerata con le minacce con coltello: «se continui a usare Facebook ti uccido». L’imputato respinge tutte le accuse. Ieri si è costituita parte civile la mamma, dalla quale l’uomo si è separato.

 

Tags: ,