17enne sotto un treno, tre indagati in Trenitalia

Un macchinista e altri due dipendenti di Trenitalia, un veneziano e due friulani, sono indagati per omissione di soccorso nella vicenda di Marco Cestaro il diciassettenne di Fontane di Villorba finito sotto un treno a Lancenigo venerdì pomeriggio e morto dopo tre giorni d’agonia all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso. Come scrive Giorgio Barbieri sulla Tribuna a pagina 18, le indagini si svolgeranno sugli orari degli allarmi lanciati dai macchinisti di due treni, sull’arrivo dei soccorsi e sull’esito dell’autopsia.

Secondo le ricostruzioni Cestaro era accucciato vicino ai binari quando è stato travolto dall’interregionale Venezia-Udine. Il macchinista e il capotreno avevano fermato il convoglio scendendo per controllare l’origine di quei rumori non trovando però nulla. L’allarme è stato quindi dato al treno successivo il cui macchinista ha scorto il corpo e fermato il treno. Interrogato dalla centrale, il macchinista avrebbe risposto che i il ragazzo non dava segni di vita così gli è stato dato l’ordine di proseguire il viaggio. Solo Polfer e il Suem avrebbero quindi soccorso a tutti gli effetti Cestaro anche se solo dopo alcuni minuti, forse fatali, dall’incidente.

Tags: ,