Terremoto, Soccorso alpino veneto verso zone colpite

Su attivazione regionale e nazionale del Dipartimento di Protezione Civile, trenta tecnici del Soccorso alpino e speleologico Veneto si sono subito messi a disposizione per raggiungere e affiancare i colleghi delle regioni del Centro Italia, nel portare aiuto alla popolazione piegata dalle continue scosse di terremoto e dalle forti nevicate delle ultime ore. I soccorritori, appartenenti alle tre Delegazioni (II Dolomiti Bellunesi, XI Prealpi Venete, VI Speleo Veneto – Trentino Alto Adige) sono divisi in due scaglioni: dal bellunese alcune squadre sono partite da Sospirolo con l’elicottero della Protezione Civile e altre sono in procinto di farlo dall’aeroporto cittadino, mentre altri soccorritori decolleranno alle 9.30 con un aereo dell’Aeronautica militare diretto a Pescara da Villafranca di Verona (annullato). È già sulla strada un convoglio di mezzi, tra i quali un gatto delle nevi dell’Unità montana di Pieve di Cadore. Una volta sul posto verranno destinati nelle aree a seconda delle urgenti emergenze.

Tags: