Venezia, il Carnevale è last minute

Il Carnevale a Venezia è sempre più last minute. Come riporta Barbara Ganz sul Sole 24 Ore a pagina 14, per l’Associazione Veneziana Albergatori (Ava) «la tendenza è sempre più quella di prenotare all’ultimo minuto, ma dai primi dati possiamo dire che si tratta di due fine settimana ad altissima richiesta. C’è comunque posto per chi vuole ancora vivere la magia di questa manifestazione famosa nel mondo», dice il direttore generale Claudio Scarpa. Ma nonostante il giro d’affari del Carnevale porti grandi guadagni agli albergatori di Venezia (è atteso un riempimento del 90%), non sono poche le attività chiuse: «da dicembre a gennaio – spiega Scarpa – chiudono circa il 20% delle strutture associate ad Ava. Le chiusure riguardano prevalentemente la stagionalità, ma molti hotel approfittano del periodo di bassa stagione per effettuare lavori di ristrutturazione».

Il «Carnevale si conferma per Venezia un fattore di attrazione del turismo straniero più che nazionale – sottolinea il ricercatore Damiano de Marchi – Parliamo dei nove decimi delle presenze totali con una maggioranza di francesi. Mentre solitamente sulla costa prevalgono i viaggiatori tedeschi».  L’evento veneziano risulta anche il primo a livello nazionale per interesse potenziale di visitatori: 31,8 milioni di cittadini italiani interessati, pari al 79,5% della popolazione tra i 14 e i 64 anni (ricerca multiclient IPSOS-Stage Up). La spesa media giornaliera di un turista durante questi giorni è di 130,72 euro.