Bus ungherese, polemiche a Budapest su informazioni tardive

Sale la polemica in Ungheria e emergono prime accuse contro le autorità di Budapest, che hanno attivato il numero telefonico di emergenza per i familiari solo intorno alle 9 del mattino, diverse ore dopo l’incidente, con 16 morti e una trentina di feriti, del bus ungherese nei pressi di Verona. Come scrive la stampa locale, i primi ad informare le famiglie, chiamando con i loro cellulari, sono stati gli studenti rimasti illesi.

Il ministero degli esteri ungherese ha istituito un servizio telefonico di emergenza per informare i familiari delle vittime del tragico incidente al bus di studenti in viaggio, nei pressi di Verona. In una conferenza stampa il ministro Peter Szijjarto ha garantito che il governo coprirà tutte le spese di rimpatrio, oltre a quelle sostenute dai familiari sul posto. Tre ospedali di Budapest sono pronti ad accogliere i feriti.

(Ph. da Ansa)