Rovigo, «mi ammazzo»: salvato dai carabinieri

Due interventi nei giorni scorsi da parte dei carabinieri di Rovigo in favore di due uomini che stavano tentando di suicidarsi: secondo quanto si legge a pagina 11 dell’edizione di Rovigo del Corriere del Veneto di oggi, l’ultimo risale alle 8 di mattina dell’altro ieri. Quando Mauro Tosi, il maresciallo capo della stazione di Crespino, sarebbe intervenuto assieme ad un carabiniere tagliando la corda a cui un 34enne del paese si era appeso in un garage.

Al giovane, già cianotico e privo di conoscenza, i carabinieri hanno praticato un massaggio cardiaco guidati telefonicamente da un medico del 118. Il 34enne ha infine ripreso conoscenza ed è stato tradotto all’ospedale dove tuttora sarebbe in prognosi riservata.

L’altro intervento risale al 5 gennaio scorso ed è stato suscitato dalla chiamata di uomo che, ricevuto un sms da un conoscente che annunciava l’intenzione di suicidarsi, ha subito allertato il comandante della stazione dei carabinieri di Badia, Roberto Luongo, che pure conosceva l’uomo intenzionato a togliersi la vita. Il comandante ha quindi iniziato un fitto scambio di sms con il 54enne di Badia, uscendo nel frattempo con alcune volanti alla ricerca dell’uomo che è stato trovato in una piazzola di sosta lungo la Transpolesana.

Tags: ,