Marano (Vi), legato e picchiato per mille euro

Lo hanno convinto ad aprire la porta per poi fare irruzione in casa sua picchiandolo e legandolo ad una sedia per poi rapinarlo. La rapina è avvenuta sabato sera ai danni di Franco Borriero, 72enne di Marano (Vicenza) titolare dell’azienda specializzata in carpenteria metallica M.B.M. Borriero srl. Come scrive Marco Billo sul Giornale di Vicenza a pagina 18, i due malviventi però hanno ottenuto un magro bottino: all’anziano che ha dovuto subire interminabili momenti di terrore, sono stati sottratti solo mille euro.

Intorno alle 21 i due ladri hanno suonato il campanello di Borriero dicendogli di aver sbattuto con l’auto sul suo cancello. Lo stratagemma ha funzionato e lui gli ha aperto. A quel punto l’aggressione: «uno mi ha preso la testa con una mano, sbattendomela. Poi mi hanno legato ad una sedia con il nastro adesivo e hanno iniziato a rovistare in ogni angolo della casa» indisturbati per circa due ore. Ad un cero punto «sono stato colto da un malore -continua Borriero -, anche se fortunatamente non ho perso i sensi. Quando hanno visto in che condizioni mi trovato i ladri hanno tagliato il nastro adesivo, per poi fuggire». Liberatosi, l’anziano ha poi dato l’allarme ai vicini e ai carabinieri. I ladri, che secondo gli inquirenti non apparterrebbero ad alcun gruppo organizzato, si erano però già volatilizzati nei campi.

Tags: ,