Zamparini: «ho fatto causa a BpVi»

«Sono davvero incavolato.  È la banca che mi ha fatto un danno, non io». Così in un articolo di Eleonora Vallin sul mattino a pagina 6, il presidente del Palermo Calcio ed ex presidente del Venezia Maurizio Zamparini, sfoga la sua rabbia dopo essere finito al primo posto nella lista dei grandi debitori della Banca Popolare di Vicenza rivelata da La7 durante il tg di Enrico Mentana. La società di Zamparini Monte Mare Grado Srl, risulta infatti esposta verso BpVi per 57,8 milioni.

«Dieci anni fa – racconta zamparini -, Bpvi finanziò l’acquisizione di un terreno fabbricabile a Grado per 1,35 milioni di metri quadri. Finanziamento garantito da ipoteca sul terreno e si propose quale finanziatore dell’intero progetto turistico del valore di 500 milioni. Nello stesso tempo BpVi mi ha invitato a comprare azioni, dicendomi che ci avrei guadagnato il 7% l’anno. Il finanziamento è legato alla società Monte Mare, mentre le azioni le ho comprate con i miei soldi ma ora ho perso 6 milioni (…) il fido BpVi era inizialmente di 45 milioni e ho già pagato 14 milioni di interessi». Zamparini ha così fatto causa a BpVi per «induzione al finanziamento del progetto e induzione all’acquisto delle azioni». Zonin? «Lo conoscevo bene: mi invitò a Vicenza per farmi conoscere tutti i dirigenti, e sono andato a diverse feste nella sua tenuta a Udine» ma oggi «sono molto incavolato».

(ph: calciogoal.it)