Candidatura Unesco per Prosecco, è ufficiale

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina ha firmato il dossier di candidatura nella Lista dei Patrimoni Mondiale dell’UNESCO del sito veneto “Le colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene“. A quanto apprende l’ANSA il dossier sarà esaminato domani dalla Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco che dovrà formalmente decidere se inviare a Parigi la candidatura per ottenere l’iscrizione del sito Unesco entro il 2018. I lavori per la candidatura del Prosecco sono stati avviati nel 2009 sotto il coordinamento del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

Nell’ottobre 2010 – informa una nota del Mipaaf – l’Unesco decise di inserire il sito di Conegliano e Valdobbiadene nella lista propositiva nazionale. Dopo un lungo lavoro di analisi e ricerca, nel marzo 2015 il sito è stato iscritto nel Registro nazionale dei paesaggi rurali tradizionali, elemento necessario per la candidatura nella lista dell’Unesco. «Sosteniamo questa candidatura – ha dichiarato il Ministro Martina – perché esprime con forza la capacità del Prosecco di valorizzare un territorio agricolo e promuovere l’Italia nel mondo. Uno degli elementi di forza del dossier è dato proprio dalla positiva convivenza tra lavoro umano ed ecosistema. Vogliamo evidenziare ancora di più il ruolo centrale dell’agricoltore nella salvaguardia della biodiversità del paesaggio rurale. Mi auguro che domani – ha concluso Martina – la Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco confermerà la volontà politica di candidare questo pregevole sito,‎così da rafforzare il primato italiano in ambito Unesco, primo paese al mondo per siti dichiarati patrimonio dell’umanità».

Tags: