La Lega: «multa da 2000 euro per donne con burqa»

La Lega torna su un suo vecchio cavallo di battaglia e, con una proposta di modifica della legge statale a firma del consigliere regionale Alberto Villanova, chiede pesanti sanzioni contro chi indossa e fa indossare il velo islamico (burqa e niqab). Come scrive il Corriere del Veneto a pagina 2, le leggi nel mirino sono la 152 del 1975 («Disposizioni a tutela dell’ordine pubblico»), 91 del 1992 («Nuove norme sulla cittadinanza») che limitano la copertura del volto in pubblico per motivi di sicurezza.

La proposta di Villanova prevede una «multa da 2 a 3 mila euro e il rifiuto della cittadinanza per chi indossa questi abiti» e «la reclusione da 4 a 12 mesi con la multa da 10 mila a 30 mila euro per chi con violenze e minacce costringe altri all’occultamento del volto». A sostegno della proposta, cassata dalle opposizioni, Villano va cita due motivi: «il primo è la sicurezza, perché è inutile indugiare col falso buonismo, l’abbigliamento costituisce una delle fasi della radicalizzazione e ormai ci sono interi quartieri in Europa, da Saint-Denis a Molenbeek, in cui vige la Sharia, la legge islamica; il secondo è il rispetto della dignità della donna, perché burqa e niqab sono strumenti di sottomissione e di esclusione che riportano le donne nel medioevo».