Lega contro Berlato, multe a cacciatori incivili

La Lega risponde alla legge sulla caccia di Sergio Berlato con una proposta diametralmente opposta. Se infatti il consigliere regionale aveva fatto approvare in Regione le sanzioni per chi disturba i cacciatori, ora il Carroccio propone multe anche per loro. Come scrive Filippo Tosatto sul Mattino a pagina 13, la proposta, firmata da tutti i consiglieri della Lega, prevede la tutela della fauna selvatica e una multa contro i cacciatori incivili che va dai 26 ai 3600 euro e che raddoppia in caso di reiterazione con il ritiro del tesserino venatorio.

Soggetto alle sanzioni sarà chi non comunica entro dieci giorni all’Infs (l’Istituto nazionale per la fauna selvatica) l’abbattimento, la cattura o il rinvenimento di animali selvatici uccisi o trovati morti, feriti o in difficoltà. Punito anche chi alleva cani da caccia senza rispettare le regole, chi penetra senza permesso in zone private, chi vende reti per uccelli o trappole. Vietata anche la caccia con appostamento e al beccaccino. Multe anche per chi lascia sul terreno e non recupera i bossoli delle cartucce, e per chi spara con fucili a canna liscia da distanza inferiore a 150 metri da case, luoghi di lavoro, strade e ferrovie e altri tipi di stabili. Ma perchè questa svolta? Il capogruppo di Fratelli d’Italia-An «coltiva sfacciatamente il suo bacino elettorale e ci inimica la maggioranza della gente, estranea o contraria alla caccia», è la motivazione della Lega.

Tags: