Tratta di migranti, sei arresti a Padova

Sei nigeriani sono stati arrestati questa mattina a Padova per associazione a delinquere finalizzata alla tratta di persone loro connazionali, anche minorenni, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e traffico di stupefacenti. L’operazione “Broken Chains” è stata portata a termine dai poliziotti del Servizio centrale operativo, della Squadra mobile di Ragusa e di Padova dopo sei mesi di indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Catania, a seguito delle dichiarazioni di una minorenne nigeriana giunta nel nostro Paese allettata dalla falsa promessa di un lavoro lecito e costretta invece a prostituirsi.

Partendo da questo caso gli investigatori hanno scoperto l’esistenza di un’organizzazione criminale composta da nigeriani residenti a Padova, alcuni nel Paese di origine ed altre persone, di diversa nazionalità, operanti in Libia nel business delle partenze. L’associazione criminale gestiva in forma professionale i viaggi di connazionali, in particolare donne, una “merce” capace di produrre reddito per tutti gli operatori economici coinvolti. La sede operativa era a Padova, dove alcuni degli indagati si dedicavano anche al traffico di stupefacenti. Il gip di Padova ha convalidato il provvedimento di fermo, applicando la misura di custodia in carcere a tutti i sodali, ad eccezione di un’indagata, madre di una bambina di 3 anni.

Tags: ,