«Migranti, a Cona situazione di nuovo al limite»

A quasi un mese dalla vicende di cronaca che ha coinvolto il centro di accoglienza di Cona il coordinatore veneziano di Sel e responsabile di Sinistra Italiana, Mattia Orlando, è tornato a far visita all’hub assieme al deputato Giulio Marcon e al legale del vedovo della 25enne ivoriana deceduta, Aurora D’agostino. «Di nuovo a Cona, di nuovo situazioni al limite: dalla scarsità di acqua calda all’insufficiente assistenza medica, dalla mancata tutela dei minori al riscaldamento delle strutture che, per dirla come alcuni dei richiedenti asilo, funziona “only sometimes”», scrive sul suo profilo Facebook. «Continueremo a tenere gli occhi dolorosamente aperti su questo paradigma dell’accoglienza peggiore. Un luogo da chiudere al più presto per favorire un altro modello di accoglienza, più diffusa e più degna».