«Banche, taglio costi: fatto molto ma serve sforzo in più»

Le banche italiane hanno «fatto molto in termini di riduzione dei costi negli anni scorsi» agendo sul personale, la rete e l’Ict ma occorre fare uno sforzo in più con «interventi strutturali» perchè queste misure, sebbene «rilevanti purtroppo non sono state sufficienti». Lo afferma il dg di Bpm-Banco Maurizio Faroni intervenendo alla tavola rotonda che ha dato il via al congresso Assiom Forex. «Abbiamo davanti degli anni – spiega – in cui la redditività (Roe) sarà ancora bassa, nonostante nel medio-lungo termine il rialzo dei tassi contribuirà a far riscrescere i margini». Una delle «leve – ha aggiunto – sarà certo il processo di concentrazione» come appunto hanno fatto Bpm e Banco Popolare. Anche il vicepresidente di Prometeia Giuseppe Lusignani ha spiegato come il Roe previsto del 5% nei prossimi anni «non consentirà di remunerare adeguatamente il capitale».(ANSA).

Tags: ,