Giorni della merla, primavera in ritardo?

Secondo la tradizione popolare i cosiddetti “giorni della merla“, il 29, 30 e 31 sono i più freddi dell’anno. Stando alla leggenda, inoltre, la “merla” è anche in grado di prevedere l’andamento delle stagioni successive: se le giornate sono particolarmente rigide, la primavera sarà calda e soleggiata. In caso contrario, la bella stagione tarderà invece a manifestarsi.

Ebbene, secondo il bollettino meteo dell’Arpav, tra sabato e domenica sulla nostra regione si avrà il transito di una massa di aria più fredda in quota, con ingresso di nuvolosità alta fino alla mattina di domenica. In seguito, fino a lunedì il cielo tornerà sereno o poco nuvoloso, con formazione di nebbie in pianura. Da martedì ancora nuvolosità diffusa. Le temperature resteranno invernali, ma senza eccessi. Se la tradizione verrà rispettata, quest’anno la stagione fredda sarà prolungata.

Tags: