Migrante suicida, Brugnaro: «pagheremo funerali»

Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, si è reso disponibile a pagare il funerale del 22enne del Gambia, lasciatosi annegare nelle acque del Canal Grande. I soldi verrebbero presi dal “Fondo di solidarietà” del Comune, alimentato dall’intero importo della propria indennità di primo cittadino. Il sindaco ha spiegato così la sua scelta: «è un gesto di rispetto di Venezia verso quel giovane e i suoi sogni infranti. Si è trattato di un gesto di disperazione personale e ancora una volta è necessario stigmatizzare chi fa polemiche e sciacallaggio sulle tragedie».

«Alla politica buonista voglio ricordare che non si possono continuare ad alimentare le speranze di mezzo mondo di venire in Italia. Bisogna che tutti si rendano conto dell’impossibilità, per il nostro Paese, di continuare a gestire un tale fenomeno di massa come si è fatto finora. Bisogna capirne le implicazione future, soprattutto le tragedie e le sofferenze che vengono subite da queste persone», ha concluso Brugnaro.