Verona, candidati sindaci Pd: Lambertini dice no

L’avvocato Lamberto Lambertini, 67 anni dichiara la propria «indisponibilità a una candidatura per le prossime elezioni comunali» a Verona. «È interesse collettivo cercare soluzioni di governo della città che prescindano dalla dicotomia destra/sinistra, essendosi perduto il senso della contrapposizione- scrive Lambertini in una nota pubblicata dall’Arena a pagina 12 – esistono a Verona donne e uomini che possono impersonare questo spirito collettivo rappresentare al meglio il senso civico della nostra collettività».

«Ho letto il mio nome tra i possibili candidati ed escludo tale ipotesi, per età e impegni professionali, ammesso (e tutt’altro che concesso) che ne avessi le qualità. Ritengo però di essere impegnato, come tanti altri cittadini, a realizzare le molte e importanti potenzialità di Verona», conclude Lambertini che insieme ad altri imprenditori sta lavorando al progetto di Arena Lirica Spa per la gestione della stagione lirica. Tornando al Pd, gli altri candidati in corsa per la poltrona di sindaco sono: l’imprenditrice vitivinicola e fedelissima renziana Marilisa Allegrini; il consigliere regionale e segretario cittadino del Pd Orietta Salemi (maggioranza renziana); Gustavo Franchetto, giornalista, già consigliere regionale, sostenuto dal deputato del Pd Vincenzo D’Arienzo.