Vicenza, otto condanne per crac MyAir

Si è concluso con otto sentenze di condanna il processo per il crac della compagnia aerea low cost con base a Torri di Quartesolo, la vicentina MyAir, protagonista nel 2009 di una bancarotta da oltre 200 milioni di euro. Secondo quanto scrive Benedetta Centin a pagina 3 del Corriere del Veneto di oggi, la sentenza arriva dopo oltre due anni di dibattimento. I quattordici imputati rimasti a processo erano accusati a vario titolo di bancarotta fraudolenta patrimoniale e truffa: otto di questi, amministratori e soci, sono stati condannati per oltre 18 anni complessivi di pene.

Sei anni e mezzo la pena più pesante, inflitta all’ex amministratore ed ex pilota Vincenzo Soddu, di Zanè, arrestato nel 2010, nei cui confronti i giudici avrebbero anche stabilito la confisca dei beni in sequestro. «Soddu con Myair ha perso tutto e non si è intascato nemmeno un euro», fa sapere il legale dell’ex ad, annunciando il ricordo in appello.

Condannati, assieme a Soddu, anche la moglie Maura Miserocchi, l’ex amministratore Andrea Tiron, Luigi Angiolin, Elvira D’Alessandro, Alberto Rossolini, Guglielmo Fanti, Antonino Ciaccio. Il collegio dei giudici di Vicenza si è pronunciato assolvendo gli altri sei. Si trattava di sindaci, consulenti e revisori dei conti: Luigi Dimai Pompanin, Ildebrando Brollo, Fabio Galassi, Michael David Hugo Harrington, Kurt Charles Hector Buyse, Giancarlo Pizzocaro.

Tags: ,