Bus dismessi dall’estero, a Vicenza usati per anni

Alcuni degli autobus della flotta vicentina sarebbe composta da mezzi dismessi provenienti da Germania, Svizzera e Olanda. Come scrive Laura Pilastro sul sito del Giornale di Vicenza, la pratica di acquistare dall’estero veicoli già usati da 5 anni, è un operazione fatta già in passato da Svt, la scocietà di trasporti pubblici berica, per tagliare i costi. Il tema è diventato caldo dopo l’incendio, fortunatamente senza vittime di un autobus carico di studenti a Noventa Vicentina venerdì scorso. Ora l’autobus è al vaglio di un’indagine interna.

Il parco mezzi di Svt comprende 378 veicoli (256 extraurbani e 122 urbani) che percorrono in media 15 milioni di chilometri l’anno, trasportando 26 milioni di passeggeri. L’età media dei mezzi è di 14 anni, con punte di 20-25. La società punta al rinnovo della flotta tramite l’acquisto di nuovi bus (18 nel 2016 per 6 milioni di euro) e tramite autubus usati (5 acquistati recentemente) che, a seconda del chilometraggio, possono arrivare a costare un terzo del costo rispetto a quelli appena usciti dalle fabbriche. Il direttore generale di Svt, Umberto Rovini, parla di una necessità imposta dalle «risorse limitate» destinate al trasporto pubblico in Italia. E sottolinea la necessità di maggiori investimenti.

Tags: ,