Arena, Germania vince concorso per la copertura

Il team di ingegneri tedeschi della Schlaich-Bergermann Partner di Stoccarda (specializzati nella copertura di stadi), insieme agli architetti della Gerkan-Marg Partner di Berlino, ha vinto il primo premio da 40 mila euro del concorso internazionale per la copertura dell’Arena di Verona. Come scrive Alessio Corazza sul Corriere di Verona a pagina 2, il progetto vincitore è un velario plissettato a scomparsa che, grazie ad un sistema di carrelli e di riavvolgimento dei cavi sull’anello perimetrale, permette di mantenere completamente libera la visuale senza nulla di sospeso.

Secondo classificato, l’architetto siracusano Vincenzo Latina (premiato con 20mila euro) con un progetto che prevede un sistema di camere d’aria gonfiabili. Al terzo posto con un premio da 10 mila euro ancora un italiano, l’architetto Roberto Gianfranco Maria Ventura di Codogno (Lodi). La sua idea, sviluppata da un tandem italo-spagnolo, si ispira alla copertura dello stadio di Varsavia con un sistema di pali esterni all’anfiteatro. Entrambe queste due soluzioni però lascerebbero cavi aerei visibili sopra l’anfiteatro, ragion per cui è stato scelto il progetto tedesco. In tutto sono stati presentati 84 progetti provenienti anche da Francia, Stati Uniti, Giappone e Argentina. I tre progetti vincitori hanno costi stimati dai 9 ai 13,5 milioni di euro.

 

Tags: ,