Conegliano, 18enne muore di meningite

Alessio Dal Col, un 18enne di Bagnolo di San Pietro di Feletto, è morto ieri ucciso da una meningite da pneumococco B. Come scrive Milvana Citter sul Corriere del Veneto a pagina 9, era ricoverato da una settimana al reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Maria dei Battuti a Conegliano. Alessio era in salute e praticava regolarmente sport, ma quando la presunta otite che lo aveva colpito è stata seguita da un fortissimo mal di testa, nausea e febbre, i genitori si sono preoccupati e lo hanno portato al pronto soccorso. Dopo i primi esami le condizioni del ragazzo sono precipitate velocemente ed è stato così trasferito in rianimazione in prognosi riservata il pomeriggio del 24 gennaio.

Una volta diagnosticata la meningite, i medici dei laboratori di microbiologia degli ospedali di Conegliano e Treviso sono intervenuti subito con la terapia antibiotica specifica e il giovane è stato posto in coma farmacologico e in respirazione assistita. Purtroppo però le cure non si sono rivelati sufficienti a salvarlo e Alessio è deceduto dopo una settimana lasciando nella disperazione i parenti. Il suo è il terzo caso di meningite da pneumococco che si registra in provincia di Treviso (l ’unico con esito mortale), dopo quello di una 70enne a Montebelluna e di un 67enne a Treviso. L’Usl 2 ha rassicurato che non si tratta di un batterio infettivo e che quindi non sono necessarie misure di sanità pubblica. Inoltre l’azienda sanitaria ha detto che il numero di casi di meningite rientrano nella media ordinaria.

Tags: ,