La storia di Riccardo: «sogno la moda… e di camminare»

A 15 anni avevano detto che sarebbe stato costretto alla sedia a rotelle a causa di una paralisi cerebrale infantile dovuta a complicanze durante la gravidanza, ma né lui né i genitori si sono rassegnati. Oggi Riccardo Aldighieri, di Gazzo, ha 18 anni e come scrive sul Paola Pilotto sul Mattino di Padova a pagina 31, è diventato il simbolo della lotta contro le discriminazioni verso disabilità e omofobia, con migliaia di fan, anche sui social.  Aspirante stilista, il sogno di Riccardo è di poter camminare, mosso dal «desiderio di essere come gli altri», spiega. «E questa volontà diventava sempre più forte. Sono diventato mancino per superare le difficoltà del lato destro del mio corpo. Faccio piscina per aiutarmi. Mi do da fare. Lotto».

Le difficoltà non mancano: «ho avuto sempre un sacco di amici, ma ho dovuto subire anche episodi di bullismo, oltre che gesti e occhiate discriminatorie. Ma ne ho fatto motivo di rivincita, per dimostrare che anche di fronte all’handicap si possono esprimere talento e creatività. È fondamentale scoprirsi e non avere paura di realizzare i propri sogni». Per questo, il consiglio ai coetanei è di essere fiduciosi nella vita: «ne vale sempre la pena. Non importa se uno ha un handicap o meno – conclude Riccardo -, tutti abbiamo potenzialità che possiamo esprimere. Le prime barriere da abbattere sono quelle mentali».

(Ph. Facebook)

Tags: , ,