Lo aspetta al bar e spara all’uomo che investì e uccise la moglie

Fabio Di Lello nel pomeriggio ha ucciso a colpi di pistola Italo D’Elisa, colui che pochi mesi prima aveva investito e ucciso la moglie. Una vera e propria esecuzione, la fine di quella che per Fabio era diventata ossessione. Subito dopo ha lasciato l’arma del delitto, una pistola semiautomatica, sulla tomba della donna, Roberta Smargiassi. Prima di consegnarsi alle forze dell’ordine Fabio Di Lello avrebbe chiamato un amico dicendogli che aveva ucciso l’assassino di sua moglie, annunciandogli che si stava recando al cimitero per salutare la sua Roberta. Avrebbe chiamato il suo avvocato indicandogli dove si trovava in quel momento.

Sul profilo Facebook di Di Lello campeggia la foto della moglie, postata il 5 novembre scorso, con la scritta Giustizia per Roberta. Quella giustizia che Di Lello si è fatto da solo. La foto del profilo è invece tratta dal film Il gladiatore, la scena quella in cui Massimo Decimo Meridio torna dalla guerra e scopre la sua famiglia massacrata per vendetta.