Variati: «Tav a Vicenza si farà, a nostre condizioni»

Il passaggio a Vicenza della linea dell’Alta velocità ferroviaria si farà alle condizioni indicate dalla città berica, ovvero con il mantenimento della stazione storica in viale Roma, una fermata in zona fiera e una serie di opere collaterali tra cui il filobus cittadino. Come scrive l’Ansa, è stato il sindaco Achille Variati ad annunciare oggi pomeriggio il “via libera”, scaturito dal protocollo d’intesa che ieri ha portato alla firma del ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio, del Comune e della Camera di commercio di Vicenza, della Regione Veneto e della società Rfi. «Sono molto soddisfatto – ha detto Variati -per il risultato raggiunto.»

«Ringrazio in particolare il governatore Zaia per il ruolo costruttivo giocato dalla Regione a sostegno delle decisioni prese dalla città. Nel protocollo c’è scritto che Rfi dovrà redigere entro 7 mesi il progetto preliminare. Conto che si faccia anche prima, in virtù del fatto che anche in questo periodo abbiamo sempre continuato a lavorare con i tecnici». «Si tratterà di una progettazione – ha ricordato Variati – che contemplerà anche opere connesse per 250 milioni di euro, dalla nuova viabilità tra la zona fiera e la stazione di viale Roma alla realizzazione del filobus che attraverserà la città da ovest a est, generando un cambiamento radicale nel trasporto pubblico urbano ed extraurbano. Si tratta di un’infrastruttura che mai la città avrebbe potuto realizzare con fondi propri».