«A Bassano vogliamo il tribunale delle imprese»

Confartigianato lancia la proposta di portare a Bassano un distaccamento del Tribunale delle imprese di Venezia. Come scrive Raffaella Forin sul Corriere del Veneto a pagina 9, in una lettera al ministro della Giustizia Andrea Orlando l’associazione ha chiesto apertura in via Marinali di un Tribunale delle imprese facente capo a quello veneziano. La missiva sottoscritta dai presidenti di Vicenza, Marca Trevigiana, Asolo e Montebelluna, cita le pesanti difficoltà che incontrano le imprese locali dopo la soppressione della sede giudiziaria bassanese e il suo accorpamento a quella berica. «Il nuovo circondario ha tempi biblici – sostengono -: 7-8 anni per le cause ordinarie contro i 2-3 di quello bassanese, portando centinaia di procedimenti e decreti penali di condanna ad estinguersi per prescrizione, con grave danno sociale ed erariale».

«Nonostante un miglioramento nei tempi recenti, la situazione non è adeguata alle aspettative, alle esigenze ed al funzionamento del sistema socio-economico locale, diventando un problema per gli investitori esteri. La perdita di capacità attrattiva per un territorio è una sconfitta che comporta un loop negativo difficilmente recuperabile – sostengono – Questa nostra area di riconosciuta vocazione manifatturiera, che è stata capace di attirare anche investimenti stranieri per la competenza professionale e la subfornitura locale, lamenta ora casi di multinazionali che, di fronte all’incognita dei tempi della giustizia, hanno rinunciato. Stiamo perdendo occasioni di sviluppo, opportunità che creerebbero benessere, ricchezza diffusa ed assicurerebbero entrate per l’erario».

 

 

 

 

Tags: ,